riciclo creativo

Calendario dell’avvento DIY

Il Natale quando arriva arriva, ma qui si comincia a fare conti alla rovescia mesi prima.

E forse, ancor più dell’attesa del Natale, vi è quella per il calendario dell’avvento.
Per il piccolo di casa, cacciar dentro un dito per rompere la carta e scoprire quale regalo ha portato quel giorno lo gnometto, è sempre motivo di grande gioia.

Ed eccolo qui, il nostro calendario dell’avvento “fai da te”:

Ha 4 anni, e non li dimostra.

È realizzato usando solo materiale di riciclo: tubi di catone rigidi – in questo caso, ottenuti tagliando il tubo che sta all’interno dei rotoli di tessuto – impilati uno sull’altro e tenuti insieme da colla a caldo, e come tetto una scatola delle scarpe rivestita di carta da pacco.
Un altro tubo più leggero, colorato di rosso, come camino, e un po’ di lana da cardare per fare il fumo (ma andrà bene anche un fazzolettino di carta leggero), una stoffa per coprire il retro – quale bambino non andrebbe immediatamente a sbirciare? Ma sbirciano anche sotto la stoffa, chiaramente, quindi quel furbacchione dello gnometto mette i regali nei tubi giorno per giorno -.

La struttura è solida e riutilizzabile, ogni anno stampo i numeri su un foglio di carta da pacco, li ritaglio e li applico ai tubi con la colla a caldo.
Per chi abbia voglia di cimentarsi nell’impresa, ecco a vostra disposizione il file PDF stampabile dei numeri.

I regalini possono essere i più svariati e cambiano a seconda dell’età e del fatto che in casa ci siano bimbi o bimbe: cioccolatini, frutta secca (non importa se queste cose sono già disponibili in casa, se le trovano nel calendario hanno tutto un altro sapore!), colori a tempera, timbrini, macchinine, colle glitter, pezzi di Lego, pasta modellabile, pennelli, trottole… e se il regalino è troppo grande per entrare nel tubo, una mappa o un indovinello che conducano verso il tesoro.
Una poesia – per gli animi più sensibili – un disegno, il capitolo di una storia che giorno per giorno si compone.

Le possibilità sono innumerevoli!
Il rischio – evitabile, scegliendo i regali con criterio – quello di riempirsi la casa di oggettini inutili…

2 Comments

  • Carlo Antonello

    Ciao Elisa e un saluto a tutte/i
    Una idea veramente …. non saprei quali aggettivi provare ad utilizzare, geniale, interessante, stimolante alla partecipazione in famiglia, curiosa, ecologica.
    Un calendario permanente… ?
    Grazie Elisa dell’idea.

    • l*elisa

      Grazie Carlo!
      Sì ai miei bambini piace tantissimo, anche se adesso stanno cominciando a diventare grandi… ma il bello è anche quello di poter adattare i regalini alla loro età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *