la nascita

Stiamo diventando grandi!

Oggi cose(in)utili spegne 7 candeline.
O non le spegne? Eh sì, perché questo sito ha visto la luce il 29 febbraio del 2012, e ogni anno che non sia bisestile in realtà è un non compleanno.
Contrariamente alla nascita delle persone, questa data è stata una scelta volontaria e forse un po’ strana, ma tutto sommato non mi dispiace che ogni anno ci sia un non compleanno, e credo che questo sito – un po’ come tutti i nati il 29 di febbraio – si senta un po’ speciale.

E poi 7 è un numero molto importante, uno di quelli in cui ti viene voglia di tirare le somme e di capire a che punto sei.

E allora facciamolo: su cose(in)utili in questo momento siamo 8.890 utenti.
Certo, non tutti attivi – per i motivi più disparati – ma quasi 9.000 persone hanno pensato che questo fosse un sito a cui valeva la pena isciversi, e tutto ciò è accaduto solo tramite il passaparola.

In questi anni abbiamo ridato vita insieme a oltre 174.000 oggetti, per un valore totale di 1.147.116 crediti (in questo preciso momento, fra un’ora già saranno di più ;))
È una cifra importante.
Se pensiamo che un credito corrisponde circa a 1 euro (a volte un po’ di più, a volte un po’ di meno) significa che la nostra community in questi anni ha risparmiato oltre un milione di euro, rimettendo in circolo oggetti che altrimenti starebbero ancora a ingombrare i nostri armadi o cassetti, oppure sarebbero finiti in discarica.
Senza considerare che il loro prezzo per acquistarli nuovi sarebbe stato ancora più elevato, in genere almeno il doppio, e avrebbe coinvolto un’enorme quantità di risorse e – in conseguenza di ciò – di inquinamento.

E allora in questo assoltatissimo-non-compleanno-di-quasi-primavera possiamo stappare una bottiglia di bollicine (magari barattata!) ed essere davvero felici di quello che tutti insieme stiamo facendo!

Viva il baratto, e viva la nostra stupenda community!

4 Comments

  • domenico

    SALVE A TUTTI GLI UTENTI CHE MI LEGGERANNO,se permettete,,avrei un appunto da fare a questo sito! se davvero pensate che questo sito possa ancora crescere,bhe’ credo che avete ancora da capire molto delle dinamiche del web,se bannate tutti gli annunci di uno come me,che inserisce link non per vendere,scambiare o acquistare con altri sistemi gli oggetti di cose inutili,ma semplicemente contribuendo a mettervi al corrente,che sul web,esistono molti utenti,che oramai non usano quasi piu’ i sistemi tradizionali,tipo le carte di credito o i conti correnti per fare le transazione,visto anche i rischi che si corrono usando questi metodi rendendo pubblici alcuni dati sensibili!! ma che usano sempre piu’ i sistemi da me linkati sul sito.. (in questi casi ad esempio comprare crediti di cose inutili ),e siccome i giovani sono quelli che piu’ stanno usando questi sistemi,se non volete che questo sito,rimanga un sito
    di nicchia per over 50enni, bhe’ dovreste smetterla di bannare gli annunci di chi come me,non vuole violare le regole del sito,ma semplicemente vedere sul sito,la possibilita’ di avere sistemi innovativi e al passo coi tempi,senno’ questo sito,e’ destinato come ho detto,a essere un sito per pochi affezionati..se e’ questo che volete,bhe’ allora sappiate che ci sono decine di siti del settore,che aggiornandosi con i tempi,lascera a questo sito,solo le briciole…..

  • l*elisa

    Grazie per il suo contributo e per le sue previsioni :)
    Ne teniamo senz’altro conto.
    Come le spiegavo in privato, in crediti di cose(in)utili non si acquistano ma si acquisiscono mettendo a disposizione i propri oggetti, perché la finalità del sito è ecologica.
    cose(in)utili è online da quasi 8 anni e funziona secondo determinate regole, perfezionatesi negli anni: chi è interessato ad utilizzarlo le accetta, a chi non piacciono può andare altrove.
    Come dice lei, di siti di baratto ne esistono molti, non vedo perché restare in una piattaforma quando non se ne accettano i meccanismi.
    Saluti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *