idee,  la nascita

Si parte… o quasi!

Ed eccomi qui, emozionata come al primo giorno di scuola!
Non che me lo ricordi, il primo giorno di scuola, è passato davvero troppo tempo ;)

È che oggi questa creatura, che ho inventato, sviluppato, curato, a cui ho pensato tantissimo negli ultimi mesi (oh, è passato quasi un anno dal primo abbozzo di idea!) sta per diventare qualcosa che non è più solo mio.
Ho amato questa fase di lavoro sommerso, in cui mi figuravo questo posto più come un locale, che come un sito.
Immaginavo la gente entrare, guardarsi intorno, respirare l’atmosfera, e poi sedersi da qualche parte e cominciare a chiacchierare. Sì, ognuno con il suo pacchettino, con il suo oggetto da scambiare, ma soprattutto ognuno con le proprie idee e la voglia di scambiare anche quelle, oltre agli oggetti.
Per oggi qui arriveranno solo gli amici, quelli a cui chiederò di testarlo e di darmi la loro opinione, quindi siamo ancora “fra intimi”.

Poco fa ho buttato l’occhio sulla quarta di copertina di Valore Alimentare, una rivista a cui sono abbonata da qualche mese e che trovo splendida, e ho letto questa frase: “Non si può pensare di risolvere i problemi causati dal vecchio modo di pensare senza adottare nuovi strumenti culturali e nuove categorie di pensiero e di azione. (…) Per uscire dalla crisi bisogna passare dalla società della crescita infinita e insostenibile a quella della decrescita felice e sostenibile. Bisogna cioè costruire, mediante scelte individuali e collettive, una nuova economia capace di creare valore economico in modo socialmente e ambientalmente sostenibile con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo di combustibili fossili, il consumo di materie prime e la produzione di rifiuti.” Maurizio Pallante, Luca Salvi, Movimento per la decrescita felice.

Spero con questo di dare almeno un piccolo contributo, il mio mattoncino.
Buon baratto a tutti!

P.S. Lo so, è il 29 di febbraio ed è la data più funesta della storia, secondo alcuni, ma io adoro le date presunte funeste… sarà perché sono nata di venerdì 13??

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *